Unicredit Investimenti

Come funzionano


Gli elementi standard sono le caratteristiche associate a ciascun Bonus Certificate UniCredit durante tutta la sua vita, che permettono di identificare ciascuno strumento in maniera univoca.

Emittente
Indica l’istituzione finanziaria che emette i Bonus Certificate e garantisce la liquidazione del valore di rimborso alla scadenza. L’emittente dei Bonus Certificate deve rispettare determinati vincoli di solidità patrimoniale e deve assicurare agli strumenti emessi elevata liquidità sul mercato; adempie quest’ultimo obbligo svolgendo o delegando ad un altro soggetto, generalmente appartenente allo stesso gruppo bancario, l’attività di market maker. Il market maker assicura la liquidità sul mercato esponendo in via continuativa prezzi denaro e prezzi lettera per tutti i Bonus Certificate dell'emittente durante l’orario di negoziazione. Il market maker per tutti i Bonus Certificate emessi da UniCredit è UniCredit Bank AG.

Sottostante
Indica l'azione o l'indice di borsa collegati a ciascun Bonus Certificate UniCredit.

Strike
Lo strike rappresenta il valore del sottostante al momento dell’emissione del certificate. È un valore fissato all’emissione ed è espresso nella valuta di riferimento del sottostante.

Bonus
Rappresenta il premio che il possessore del certificate riceve alla scadenza se il titolo sottostante non ha mai toccato la barriera di protezione, durante la vita del certificate.

Barriera
La barriera rappresenta il valore del sottostante che, se oltrepassato durante la vita del Bonus Certificate, rende il valore di rimborso del certificate totalmente legato all’andamento del sottostante. 

Cap
Il livello massimo che viene rimborsato. E' superiore al livelo di Bonus.


Multiplo
Indica la quantità di sottostante controllata da ciascun Bonus Certificate.

Lotto minimo
Indica il numero minimo di Bonus Certificate che possono essere negoziati.

Scadenza
La data di scadenza indica l’ultimo giorno di validità dei Bonus Certificate. Tutti i Bonus Certificate UniCredit sono automaticamente rimborsati alla scadenza



Alla scadenza i Bonus Certificate UniCredit sono rimborsati automaticamente: al portatore è riconosciuto un importo in Euro in funzione della quotazione del sottostante rispetto allo strike, alla barriera e al Cap dello strumento.
 
Per i Bonus Cap si possono verificare due scenari alla scadenza

  • Scenario 1: durante la vita del certificate, il sottostante non ha mai toccato né oltrepassato il livello della barriera
    Valore di rimborso Bonus Certificate = Prezzo di Emissione * Max [Bonus%; Min (Prezzo di Riferimento / Strike; Cap%)].
  • Scenario 2: durante la vita del certificate, il sottostante ha toccato o oltrepassato il livello della barriera Valore di rimborso Bonus Certificate = Prezzo di Emissione * (Prezzo di Riferimento / Strike).
    Se l'evento barriera si verifica viene meno la protezione data dal Bonus, ma si continua a beneficiare con partecipazione al 100% dell'eventuale rialzo che il sottostante potrebbe registrare alla scadenza sino ad un massimo del Cap.

Per i Top Bonus si possono verificare due scenari alla scadenza

  • Scenario 1: alla data di scadenza (valutazione) il sottostante si trova al di sopra del livello di barriera
    Valore di rimborso Top Bonus = Prezzo di Emissione * Max [Bonus%; Min (Prezzo di Riferimento / Strike; Cap%)].
  • Scenario 2: alla data di scadenza (valutazione) il sottostante si trova al di sotto del livello della barriera Valore di rimborso Bonus Certificate = Prezzo di Emissione * (Prezzo di Riferimento / Strike).
    Se l'evento barriera si verifica viene meno la protezione data dal Bonus, ma si continua a beneficiare con partecipazione al 100% dell'eventuale rialzo che il sottostante potrebbe registrare alla scadenza sino ad un massimo del Cap.

Per i Bonus Plus si possono verificare due scenari alla scadenza

  • Scenario 1: alla data di scadenza (valutazione) il sottostante si trova al di sopra del livello di barriera
    Valore di rimborso Bonus Plus = Prezzo di Emissione + Bonus
  • Scenario 2: alla data di scadenza (valutazione) il sottostante si trova al di sotto del livello della barriera Valore di rimborso Bonus Certificate = Prezzo di Emissione * (Prezzo di Riferimento / Strike) + Bonus.
    Se l'evento barriera si verifica il prezzo di emissione viene decurtato della performance negativa registrata dall’azione rispetto allo strike del Certificate fatto salvo il Bonus che viene incassato in ogni caso.

Per i Reverse Bonus Cap si possono verificare due scenari alla scadenza

  • Scenario 1: durante la vita del Certificate, il sottostante non ha mai toccato né oltrepassato il livello della barriera al rialzo
    Valore di rimborso Reverse Bonus Cap = Prezzo di Emissione * [200% - (200% - Cap%)].
  • Scenario 2: durante la vita del certificate, il sottostante ha toccato o oltrepassato il livello della barriera al rialzo
    Valore di rimborso Bonus Certificate = Prezzo di Emissione * Max (0; 200% - Max (200% - Cap%, R(Finale) / R (iniziale))).
    Se l'evento barriera si verifica viene meno la protezione data dal Bonus, ma si continua a beneficiare con partecipazione inversa al 100% dell'eventuale ribasso che il sottostante potrebbe registrare alla scadenza sino ad un massimo del Cap.

 
Per la rilevazione della barriera vengono utilizzati i valori ufficiali del sottostante pubblicati dai mercati o dagli istituti di riferimento. Ad esempio se il sottostante del Bonus Certificate è un'azione italiana, per il confronto con il livello della barriera viene utilizzato il prezzo di riferimento calcolato e diffuso alla chiusura delle negoziazioni dalla Borsa Italiana S.p.A..
 
Il valore del sottostante utilizzato per calcolare l'importo di rimborso è un valore ufficiale pubblicato dal mercato di riferimento del sottostante; il tasso di cambio utilizzato per la conversione in euro è il Fixing ufficiale pubblicato dalla Banca Centrale Europea.


Acquistare un Bonus Certificate UniCredit equivale ad acquistare il sottostante con la possibilità di ottenere un premio se l’azione a scadenza è rimasta stabile o ha registrato un leggero ribasso rispetto al livello di strike fissato all’emissione.
La possibilità di registrare un extra-rendimento in uno scenario moderatamente ribassista è dovuta alla presenza di un’opzione (di tipo Down&Out) all’interno della composizione del Bonus Certificate.

Fintantoché il sottostante è lontano dal livello della barriera, il prezzo del Bonus Certificate è influenzato contemporaneamente da due fattori: dall’andamento del sottostante e dal prezzo dell’opzione incorporata.
Se durante la vita del certificate il valore del sottostante raggiunge o supera il livello della barriera, la componente opzionale scompare – le opzioni down&out scadono anticipatamente appena il livello della barriera viene oltrepassato – e il prezzo di mercato del Bonus Certificate dipenderà totalmente dal titolo di riferimento e ne rifletterà quotidianamente la performance.

Inoltre se il sottostante è espresso in una divisa diversa dall’euro, a parità di tutte le altre condizioni, un apprezzamento della divisa estera comporta un aumento del prezzo del Bonus Certificate e, alla scadenza, del suo valore di rimborso.

E’ possibile che per alcuni Bonus Certificate il prezzo venga espresso su base 100, vale a dire che all’emissione è convenzionalmente assegnato al livello del sottostante il valore di 100 EUR e durante la vita il prezzo riflette percentualmente la variazione registrata dal sottostante. Si veda il paragrafo “Un esempio” per un approfondimento numerico.

Puoi acquistare e vendere i Bonus Certificate UniCredit al medesimo costo di un’azione, perché sono negoziati sul mercato SeDeX della Borsa Italiana dalle 9.05 alle 17.30, dove HVB - succursale di Milano si impegna ad esporre prezzi in acquisto ed in vendita per tutto l'orario di negoziazione.


Bonus Cap Certificate e sottostante a confronto

Supponiamo, ad esempio, di acquistare all'emissione un Bonus Cap sull'indice Gamma avente le seguenti caratteristiche:

  • Prezzo di emissione: 100 EUR
  • Strike: 2.500 punti indice
  • Cap: 130%
  • Barriera: 1.750 punti indice, ovvero 70%; cioè affinchè la barriera sia toccata l'indice deve scendere del 30%
  • Scadenza: 6 mesi

Alla data di scadenza si possono verificare due scenari:

  • Scenario 1: Se l'indice sottostante non ha mai oltrepassato il livello di barriera durante la vita dello strumento e si trova alla data di scadenza a 2.800 il Certificate rimborserà:
    100 EUR x Max [Bonus%; Min (Prezzo di Riferimento / Strike; Cap%)]
    100 EUR x Max [130%; Min (2.800 / 2.500; 130%)]
    100 EUR x Max [130%; Min (112%; 130%)]
    100 EUR x Max (130%; 112%)
    130 EUR per ogni certificato detenuto
  • Scenario 2: Se l'indice sottostante ha toccato la barriera durante il periodo di osservazione e cioè l'indice Gamma ha osservato un valore ad esempio pari a 1.500 punti e si trova al medesimo valore alla data di scadenza il Certificate rimborserà:
    100 EUR x (Prezzo di Riferimento / Strike) =
    100 EUR x (1.500 / 2.500) =
    100 EUR x 60% =
    60 EUR per ogni certificato detenuto


Top Bonus Certificate e sottostante a confronto

Supponiamo, ad esempio, di acquistare all'emissione un Top Bonus Certificate sull'indice Gamma avente le seguenti caratteristiche:

  • Prezzo di emissione: 100 EUR
  • Strike: 2.500 punti indice
  • Bonus: 120%
  • Cap: 120%
  • Barriera: 80% dello strike, pari a 2.000 punti indice
  • Scadenza: 9 mesi da oggi

Alla data di scadenza analizziamo tre possibili scenari:

  • Scenario 1: Il valore di riferimento del sottostante è superiore alla barriera e la stessa performance del sottostante, rispetto allo strike, è superiore al Cap e pari a 3.125 punti indice (ovvero in rialzo del 25%).L'importo di liquidazione sarà calcolato sulla base della seguente formula:
    100 EUR x Max [Bonus%; Min (Prezzo di Riferimento / Strike; Cap%)]
    100 EUR x Max [120%; Min (3.125 / 2.500; 120%)]
    100 EUR x Max [120%; Min (125%; 120%)]
    100 EUR x Max (120%; 120%)
    120 EUR per ogni certificato detenuto
  • Scenario 2: Il valore di riferimento del sottostante è superiore alla barriera, a 2.800 punti (ovvero in rialzo del 12%). Quindi la performance del sottostante è inferiore al Bonus. L'importo di liquidazione sarà calcolato sulla base della seguente formula:
    100 EUR x Max [Bonus%; Min (Prezzo di Riferimento / Strike; Cap%)]
    100 EUR x Max [120%; Min (2.800 / 2.500; 120%)]
    100 EUR x Max [120%; Min (112%; 120%)]
    100 EUR x Max (120%; 112%)
    120 EUR per ogni certificato detenuto
  • Scenario 3: Il valore di riferimento del sottostante è inferiore al livello di barriera, a 1.875 punti (ovvero in ribasso del 25%). L'importo di liquidazione sarà calcolato sulla base della seguente formula:
    100 EUR x (Prezzo di Riferimento / Strike)
    100 EUR x (1.875 / 2.500)
    100 EUR x 75%
    75 EUR per ogni certificato detenuto


Bonus Plus Certificate e titolo sottostante a confronto

Supponiamo, ad esempio, di acquistare all'emissione un Bonus Plus sull'azione Alfa avente le seguenti caratteristiche:

  • Prezzo di emissione: 100 EUR
  • Strike: 17,33 EUR
  • Bonus 4,25 EUR
  • Cap: 104,25%
  • Barriera: 80% dello strike, pari a 13,864 EUR
  • Scadenza: 12 mesi da oggi

Alla data di scadenza analizziamo tre possibili scenari:

  • Scenario 1: Il valore di riferimento dell'azione Alfa è superiore alla barriera e la performance del sottostante, rispetto allo strike, è superiore al Cap (18,1965), ovvero in rialzo del 5%. L'importo di liquidazione sarà calcolato sulla base della seguente formula:
    100 EUR + Bonus
    104.25 EUR per ogni certificato detenuto
  • Scenario 2: Il valore di riferimento dell'azione Alfa è superiore alla barriera e la performance del sottostante, rispetto allo strike, è inferiore al Cap (16,464), ovvero in ribasso del 5%. L'importo di liquidazione sarà calcolato sulla base della seguente formula:
    100 EUR + Bonus
    104.25 EUR per ogni certificato detenuto
  • Scenario 3: Il valore di riferimento dell'azione Alfa è inferiore al livello di barriera, cioè a 12,998, ovvero in ribasso del 25%. %. L'importo di liquidazione sarà calcolato sulla base della seguente formula:
    100 EUR x (Prezzo di Riferimento / Strike) + Bonus
    100 EUR x (12,998 / 17,33) + 4,25
    100 EUR x 75% + 4.25
    79,25 EUR per ogni certificato detenuto


Reverse Bonus Cap Certificate e sottostante a confronto

Supponiamo, ad esempio, di comprare all'emissione un Reverse Bonus Cap sull'azione X avente le seguenti caratteristiche:

  • Prezzo di emissione: 100 EUR
  • Strike: 120 EUR
  • Bonus: 120
  • Cap: 120
  • Barriera: 130
  • Scadenza: 6 mesi da oggi

Alla data di scadenza analizziamo tre possibili scenari:

  • Scenario 1: Se il sottostante non ha mai oltrepassato il livello di barriera al rialzo ed alla scadenza ha un valore di 110 EUR (ovvero in rialzo del 10%). L'importo di liquidazione sarà calcolato sulla base della seguente formula:
    Ammontare Principale x [200% - (200% - Cap%)]
    100 x (200% - 80)
    100 x 120%= 120 EUR
  • Scenario 2: Se il sottostante ha oltrepassato, durante la vita del Certificate, il livello di barriera ed ha un valore a scadenza pari a 110 EUR (ovvero in rialzo del 40%). %). L'importo di liquidazione sarà calcolato sulla base della seguente formula:
    Ammontare Principale x Max (0; 200% - Max (200% - Cap%, R(Finale) / R (iniziale)))
    100 x Max (0; 200% - Max (80%, 110 / 100)
    100 x Max (0; 200% - Max (80%, 110%)
    100 x (200% - 110%)
    100 x 90%= 90 EUR
  • Scenario 3 Supponiamo infine che il valore finale a scadenza, dopo che è stata toccata la barriera al rialzo, sia di 85 EUR. L'importo di liquidazione sarà calcolato sulla base della seguente formula:
    Ammontare Principale x Max (0; 200% - Max (200% - Cap%, R(Finale) / R (iniziale)))
    100 x Max (0; 200% - Max (80%, 85 / 100)
    100 x Max (0; 200% - Max (80, 85)
    100 x (200% - 85)
    100 x 115%= 115 EUR