Unicredit Investimenti

Trading Floor

A metà mattina, un video in 3 minuti per fare il punto sul FTSE/MIB e sui principali movimenti del mercato. Questo briefing redatto dagli analisti di Borse.it, la testata di informazione finanziaria specializzata sul mondo del trading e degli investimenti, mette a fuoco i fattori chiave dello scenario borsistico del momento allargando ad una panoramica delle strategie di breve termine sul FTSE/MIB con Certificati a Leva Fissa, Covered Warrants sui market mover e strategie di medio termine con i Mini Future Certificate.

Banco Bpm supera di slancio i 3 euro. Focus su ENI con il titolo a ridosso dei 15 euro

Il FTSE Mib sta tentando una timida reazione questa mattina, smorzata però dalla presenza di una resistenza di matrice dinamica disegnata sul grafico a 30 minuti con i top decrescenti del 16 e 19 maggio. Il principale indice di Piazza Affari soffre inoltre il gap ribassista lasciato aperto lunedì con l'ìpertura sotto i 21.500 punti. Importante dal punto di vista tecnico è la tenuta dei minimi settimanali a 21.248 punti la cui violazione, confermata in chiusura potrebbe determinare un rapido deterioramento del quadro grafico.  Sprint di Banco Bpm che questa matina ha superato la soglia dei 3 euro portandosi sui massimi da inizio anno. ENI veleggia ancora a ridosso dei 15 euro. Il titolo della major oil italiana fa fativa a superare questo livello piscologico, complice le indicaizoni giunte con la candela ribassita del 18 aprile scorso che ha rotto al ribasso il supporto dinamico offertpo dalla trendline che unisce i minimi di febbraio e marzo. 

Autore: Alessio Trappolini

Data: 24/05/2017


Ftse Mib prova allungo verso 21.800 punti, Eni al test delle resistenze

Dopo lo stacco dei dividendi che ha interessato diversi componente del paniere FTSE Mib, l’indice di riferimento di Piazza Affari quest’oggi prova a ripartire al rialzo. La tenuta dei supporti statici di breve di area 21.200 punti sembra infatti un elemento che potrebbe riportare le quotazioni del FTSE Mib in prossimità dei massimi di periodo registrati in area 21.800 punti. All’interno di questo scenario, e in vista della riunione dell’Opec del prossimo 25 maggio, da monitorare l’andamento di Borsa di Eni. Il titolo del cane a sei zampe si trova in fatto in prossimità di un livello ricco di resistenze sia dinamiche che statiche poste nell’intervallo tra i 15,20 e i 15,45 euro. Per quanto invece riguarda Intesa Sanpaolo, che ieri ha staccato un dividendo di quasi 18 centesimi di euro per azione, molto importante sarà l’evoluzione dei prezzi delle prossime sedute. Il recupero odierno potrebbe infatti rappresentare un movimento tecnico quale il pullback della trendline rialzista violata al ribasso ieri in scia allo stacco della cedola.

Autore: Riccardo Designori

Data: 23/05/2017


Ubi Banca veleggia a ridosso dei supporti a 3,60 euro, storno per Italgas dopo max storici

FTSE Mib apre la nuova settimana in calpo tornando sotto i supporti a 21.360-21.300 punti. Da monitorare la tenuta dei 21mila punti; tornando sotto detto livello l'indice andrebbe a generare un segnale di pessimismo con possibili veloci correzioni verso i 20.340 punti, dove convergono i supporti statici e dinamici violati a cavallo fra il 24 aprile e il 5 maggio.  Si fa interessante il quadro grafico di Italgas. Venerdì il titolo è giunto sui max storici sopra 4,70 euro. Questa mattina il titolo potrebbe tornare a ridosso dei 4,50 euro sulla debolezza e offrire un livello valido per nuovi ingressi in acquisto. Se detto livello venisse violato (con conferme in chiusura) potrebbero innescarsi però correizoni più ampie verso i supporti a 3,80-4 euro.  UBI Banca la scorsa settimana ha chiuso il gap rialzista lasciato in eredità il 24 aprile a 3,60 euro. Si potrebbe utiluizzare tale area per acquisti volti a sfruttare un rimbalzo tecnico del titolo verso i 3,70 e i 4 euro. 

Autore: Alessio Trappolini

Data: 22/05/2017


Buzzi Unicem tonico dopo confronto con supporti a 22,20 euro. S&P500 si appoggia su supporti dinamici

Il FTSE Mib abbozza una reazione questa mattina, seguendo l'indicazione giunta sul daily chart ieri quale la candela di rigetto del movimento ribassista che ha seguito il rapido confronto con i supporti statici a 20.880 punti.  Reazione seguita anche da Buzzi Unicem, fra i titoli più penalizzati dal deprezzamento del dollaro nei giorni scorsi. Oggi il titolo riparte dopo il confronto avvenuto ieri con i supporti tecnici a 22,18-22,20 euro.  Oltreoceano l'S&P500 fra mercoledì e giovedì ha perso molto terreno, allontanandosi dai massimi storici sopra quota 2.400 punti. Tuttavia la correzione è servita al principale indice di Wall Street per andare a chiudere il gap rialzista lasciato in eredità lo scorso 24 aprile. Ora l'S&P500 potrebbe ripartire, agevolato inoltre dalla base fornita dal supporto dinamico che sul daily chart congiunge i minimi del 1 marzo e 5 aprile 2017. 

Autore: Alessio Trappolini

Data: 19/05/2017


FTSE Mib storna sotto 21.665 punti, falso breakout o rincorsa per nuova accelerazione?

Il FTSE Mib storna e torna sotto la ex resistenza statica a 21.665 punti, tornando di fatto all'interno del rettangolo in costruzione dall'8 maggio scorso. Possibile un puntata dell'indice italiano verso i 21.500 punti in giornata, per ricaricare le pile e ripartire con maggior forza. In caso di chiusura sotto detto livello, invece, il basket potrebbe tornare ad appoggiarsi sui supporti statici che rappresentano il bordo inferiore del rettangolo descritto in precedenza.  Enel ieri ha aggiornato i massimi relativi dal 2011, con un movimento che ha di fato confermato i segnali long generati il 24 aprile e il 5 maggio scorso. Quadro interlocutorio per Banco Bpm; il titolo dopo aver completato il secondo pullback sulla linea di tendenza espressa con i top decrescenti del 26 gennaio e 21 marzo 2017 potrebbe essere maturo per un allungo verso i 3 euro per azione. 

Autore: Alessio Trappolini

Data: 17/05/2017


FTSE Mib, conferme sopra resistenze a 21.665 punti. Tenaris, confronto con ex supporti a 14,6 euro

Il focus di Trading Floor quest'oggi è sul comparto oi&gas dopo la dichiaraizone d'intenti di ieri fra Russia e Arabia Saudita per estendere gli accordi di taglio output fino a marzo 2018. A Piazza Affari Tenaris ha accelerato la rapida risalita verso le resistenze statiche (ex supporti) a 14,6 euro, livello che potrebbe essere strategico per chi volesse scommettere sulla prosecuzione del trend ribassista in atto da inizio anno, con possibili ritorni a 13,5-13,45 euro, dove peraltro è in transito la linea di tendenza che unisce i top del 16 e 22 novembre scorso. 

Autore: Alessio Trappolini

Data: 16/05/2017


Atlantia rompe resistenze a 24,6 e 24,8 euro, Generali va verso chiusura gap a 14,38 euro

Focus su Atlantia questa mattina. Il quadro tecnico del titolo migliora, con il prezzo spinto a ridosso dei 25 euro grazie alla notizia dell’ufficializzazione dell’Opas sulla spagnola Abertis. Dal punto di vista tecnico il titolo ha rotto le resistenze statiche che avevamo precedentemente individuato a 24,6 e 24,8 euro. Generali Assicurazioni prosegue la veloce correzione avviata dopo il confronto con la resistenza a 15,43 euro. Il prossimo obiettivo ribassista del titolo è collocato a 14,38 euro, dove si andrebbe a chiudere il down gap lasciato aperto il 24 aprile scorso.

Autore: Alessio Trappolini

Data: 15/05/2017


FTSE Mib contrattato nel canale laterale 21.360-21.665 punti cerca spunti per ripartire

Il FTSE Mib prosegue all'interno del canale laterale fra i 21.360 (limite inferiore) e i 21.665 (limite superiore). La violaizone di quest'ultimo livello potrebbe portare l'indice al confronto con la coriacea barriera statica a 21.730 punti e poi i 22.000 punti. 

Autore: Alessio Trappolini

Data: 12/05/2017


FTSEMib spinto ancora su da trimestrali, prossimo ostacolo a 21.730 punti

Il FTSE Mib è animato dalle indicazioni positive che giungono dai risultati trimestrali delle blue chip italiane. Le quotazioni questa mattina hanno superato di slancio la soglia psicologica a 21.500 punti, andando a confermare il rimbalzo dopo il test del supporto di breve a 21.360 punti. In questo quadro, ulteriori rialzi del basket italiano troverebbero un primo ostacolo a 21.730 punti.  Atlantia torva la stabilità sopra i 24 euro, consolidando il trend rialzista di breve avviato con la candela del 21 aprile scorso. Prossime resistenze sul titolo sono collocate a 24,6 e 24,8 euro. L'Eurostoxx 50 corrobora le ripetute indicazioni positive d'acquisto generate a cavallo fra fine 2016 ed inizio 2017. Opportunità di acquisto sull'indice paneuropeo potrebbero ora nascere con ritorni delle quotazioni in area 3.600-3.555 punti ed avrebbero target a 3.700 punti. 

Autore: Alessio Trappolini

Data: 11/05/2017


Indici europei incerti dopo vittoria Macron. Tenaris a ridosso dei 14 euro a seguito dei conti

Gli indici europei partono bene all'indomani dell'elezioni di Emmanuel Macron, poi ritracciano. Il Cac di Parigi non è riuscito a violare la coriacea barriera psicologica a 5.500 punti, mentre a Milano il FTSEMib ha violato per pochi minuti la barriera a 21.500 punti per poi assestrasi al di sotto di essa. 

Autore: Alessio Trappolini

Data: 08/05/2017


Volkswagen si mantiene sopra ex resistenza a 142,90 euro, FCA si muove sopra i 10 euro

Apertura in slancio che il FTSE Mib, proiettato verso i 21mila punti dopo aver violaro le resistenze statiche di breve collocate a 20.760 punti. A corroborare la validità del movimento è stata poi la rottura della resistenza dinamica di brevissimo, ottenuta ocn i top decrescenti del 25 aprile e 3 maggio.  Movimenti interessanti nel settore automotive. Volkswagen viene scambiata poco sopra le resistenze statiche di area 140-142,9 euro, andando a corroborare la dinamica ascendente che caratterizza il prezzo del titolo da metà marzo. FCA per il momento tiene sopra i 10 euro, dopo aver dimostrato che i tempi non sono ancora maturi per il superamento della coriacea barriera statica rappresentata dai livelli 10,68-11 euro. 

Autore: Alessio Trappolini

Data: 04/05/2017


Apple sui massimi storici in attesa dei conti. Il FTSE Mib mantiene impostazione positiva

Il FTSE Mib ha cominciato la settimana all'insegna del buonumore, confermando il segnale generato lunedì 24 aprile quale la violaizone della ex resistenza statica collocata a 20.540 punti, pullbackata nella seduta di venerdì scorso.  Settimana intensa sul capitolo trimestrali. Apple si presenta alla prova dei conti (questa sera dopo la chiusura di Wall Street) dopo aver aggiornato ieri un massimo storico a 147,20 dollari. Riflettori sul bancario italiano dove venerdì Intesa Sanpaolo aprirà il tour trimestrale degli istituti tricolore. Il titolo si trova in un'area tecnica interessante per gli acquisti dopo la rottura rialzsita della ex resistenza a 2,56 euro. Un ritorno in questa area potrebbe favorire nuovi ingressi, con obiettivi a 2,80 e 3 euro.     

Autore: Alessio Trappolini

Data: 02/05/2017


FCA torna sopra 10 euro, Yoox va verso chiusura gap a 25,73-26 euro

Da monitorare a Piazza Affari il titolo FCA tornato sopra i 10 euro per azione grazie all'accelerazione di mercoledì dopo i conti trimestrali. Il titolo potrebbe ora ripartire in direzione 11 euro.  Bene impostato Yoox che dopo aver recuperato la soglia dei 24 euro si avvia verso le resistenze di area 25,73-26 euro, ove si andrebbe a chiudere il gap ribassista lasciato in eredità lo scorso 25 gennaio. 

Autore: Alessio Trappolini

Data: 28/04/2017


Il Cac tenta la ripartenza da quota 5.000 punti in vista elezioni, Saipem veleggia a 0,40 euro

Il FTSE Mib lotta per mantenersi in area 19.800 punti mentre Saipem reagisce bene in Borsa dopo la diffusione dei conti del primo trimestre 2017. A due giorni dalle elezioni presidenziali il Cac di Parigi torna a quota 5.000 punti. 

Autore: Alessio Trappolini

Data: 21/04/2017


Mediaset, chiusura gap a 2,70 in vista? Yoox supera le resistenze di area 22,60 euro

Il FTSE Mib è tornato a ridosso dei 19.800 punti, cogliendo il parziale rimbalzo di ieri dopo il rapido confronto con i supporti a 19.480 punti.  Yoox net-a-porter conferma l'inversione di tendenza di breve superando le resistenze statiche a 2,60 euro. Questo movimento conferma dunque il rimbalzo del titolo favorito dalla tenuta del sostegnos tatico collocato a 21,46-21,5 euro.  Parabola ribassista per Mediaset, con il titolo che dopo aver perso quota 4 euro sta scivolando progressivamente in direzione dei supporti di area 3,20-3 euro, sotto i quali si andrebbe a chiudere il gap-up lasciato in eredità dalla seduta dello scorso 12 dicembre. 

Autore: Alessio Trappolini

Data: 20/04/2017


FTSE Mib conferma rottura al ribasso dei 19.800 punti, Poste Italiane sotto 6,20 euro

Il FTSE Mib conferma la rottura della ex resistenza statica di lungo periodo a 19.800 punti. Con il segnale di debolezza generato il prossimo target ribassista dell'indice italiano potrebbe essere collocato a 19.500 punti. Aprile mese all'insegna della correzione per il titolo Ferrari, dopo il confronto con i top storici del 3 aprile scorso. Questo movimento ha permesso al titolo di scaricare le pressione al rialzo dopo il forte movimento rialzista di inizio anno. Nuove opportunità di acquisto ora si potrebbero avere in area 64,95-66 euro con target a 70 euro. Indebolimento del quadro tecnico anche per Poste Italiane, che conferma la chiusura sotto la soglia statica a 6,20 euro.

Autore: Alessio Trappolini

Data: 18/04/2017